Viaggio In camper: Sardegna 2.0 Costa sud/ovest

Diario di Viaggio in Camper

Ed ecco un bellissimo diario: Lucia, Fabio, Beatrice, Federico tornano in Sardegna per la seconda volta. Tutti i diari sono belli, ma questo io l’ho trovato particolarmente interessate. Lucia e Famiglia hanno toccato  gli stessi posti di cui mi sono innamorata io…un riassunto per vedere il sud-ovest nel suo splendore, nella sua magia, oltre al mare da favola, tramonti spettacolari e notti stellate, con l’aggiunta  diqualche tappa d’obbligo ad est. Prendete nota ed iniziate a sognare.

Ringraziamo questa famiglia della Valtellina che ha voluto regalarci questo bell’itinerio. LaMartyMa

Periodo: 22 giugno / 6 luglio 2019 Equipaggio: 2 adulti e 2 bambini (11 e 7 anni)
Eccoci alla nostra seconda esperienza in Sardegna. Dopo aver esplorato l’anno scorso buona parte della costa Est, pianifichiamo, a grandi linee, il nostro itinerario (che puntualmente verrà modificato strada facendo…).
SABATO 22 GIUGNO Come prima tappa, ormai siamo affezionati, Area sosta Porto San Paolo (19€ al giorno), ottimo punto di partenza perché vicinissimo ad Olbia e utile per il primo giorno di assestamento. Sbarchiamo sabato mattina verso le 8.30 tempo di piazzare velocemente il camper e con la navetta gratuita dell’area sosta ci facciamo portare alla spiaggia di Porto Taverna. Lunga spiaggia di sabbia bianca. Un po’ di poseidonia in riva al mare, ma “sorpassata quella” mare cristallino. Uno dei motivi per cui siamo (anche) tornati a Porto San Paolo è per la friggitoria Domus de mare. Tu scegli il pesce che vuoi e loro te lo friggono: versione da asporto e versione ristorante. Noi optiamo per l’asporto.

DOMENICA 23 L’idea era quella di spostarci ma vari commenti positivi ci invogliano a restare per andare alla Tavolara…ed è stata un’ottima scelta… Sempre con la navetta ci facciamo portare al porto e prendiamo il Traghetto per la Tavolara (16€ adulti e 8€ bambini a/r).

         

LUNEDI’ 24 Comincia la discesa verso Sud… visto che la strada è lunga scegliamo come tappa la famosa Area Camper Bellavista Camper Service a VillaPutzu (18€ a notte). L’area sosta non delude le aspettative, è quasi come essere in campeggio, davvero ben gestita e a due passi (ok, forse a contarli bene sono 20 o 30…) dal mare. Se il voto dell’area è un bel 9 e ½ il mare davanti all’area, a nostro parere è un 7 ½ … Acqua pulita e bella spiaggia ma non con quei colori trasparenti che sanno davvero di Sardegna! C’è da dire comunque che l’area offre un servizio di navetta a Murtas, spiaggia che ci dicono davvero bella e selvaggia (al momento era sospeso il servizio di navetta , c’è a disposizione una macchina che non siamo riusciti a prenotare in tempo… quindi ci siamo fatti un giorno e mezzo di relax tra l’area e la spiaggia).
Martedì sera ci spostiamo a Cala Sinzias, presso il Lido Tamatete per passare la notte (parcheggio gratuito dalle 20 alle 8) perchè il giorno dopo vogliamo andare a CalaPira.

MERCOLEDI’ 26 Cala Pira – Parcheggio solo diurno 10€ con parchimetro. F A V O L O S O

Alla sera ci spostiamo a Villasimius all’area Camper Simius – area sosta ben gestita da una famigliola simpatica con tutti i servizi, 22€ a notte .

GIOVEDI’ 27 L’area sosta è abbastanza vicina alla spiaggia di Simius (saranno 300 mt circa). Lunga spiaggia di sabbia bianca che arriva fino a Porto Giunco. Bell’acqua cristallina, ma spiaggia un po’ troppo effetto Rimini (ombrelloni a go go e tanta gente…) Preferiamo prendere la navetta comunale che passa ogni mezz’ora (2€ a corsa – i bambini a volte pagano a volte no, dipende da che autista ti becchi…!). Arriviamo fino alla famosa spiaggia del riso, davanti al campeggio. Di riso purtroppo neanche l’ombra, dicono sparito dopo la costruzione del porto. Proseguiamo a piedi oltre la spiaggia del campeggio e oltre gli scogli e prima dell’inizio della spiaggia di Campulongu troviamo una bella calettina che fa per noi… con tanto di pesci che ti nuotano fra le gambe e fanno il solletico.

    

La sera ci spostiamo verso Chia, ma prima facciamo tappa in zona Cagliari per incontrare il simpaticissimo, preziosissimo, disponibilissimo, miticissimo Marco Sarigu. Dopo un veloce scambio eno-gastronomico Sardegna – Valtellina, qualche dritta sulle prossime tappe, recuperiamo l’adesivo del gruppo Sardegna, Camper, Natura e si riparte. Notte in libera a Chia in un parcheggio a pagamento 8-20 ma libero la notte, poco oltre l’ingresso della spiaggia Su Giudeo.

VENERDI’ 28 Entriamo all’Area Sosta Camper Chia, presso la spiaggia Su Giudeo (20€ / 24h). Area spaziosa e ombreggiata. Servizi molto essenziali (docce e lavandini). Con una breve passeggiata intorno allo stagno (con vista fenicotteri) si arriva alla spiaggia Su Giudeo, molto bella, di un bel colore quasi rosa e mare cristallino. Ecco il panorama visto dall’alto

2 giorni di mare e nel tardo pomeriggio di sabato ci spostiamo. La prossima sosta sarà Is Solinas, ma prima tappa a Teulada c/o agriturismo Terranieddas. Menu fisso con prodotti tipici sardi, dall’antipasto al dolce a 30€ a persona. Usciamo soddisfatti. Volendo ci dicono che ci possiamo fermare anche a dormire, ma preferiamo arrivare alla nostra prossima meta.

DOMENICA 30 Is Solinas – Parcheggio presso il Chiosco Jamaica Beach – 10€ al giorno, gratuito la notte. Becchiamo un po’ di vento (caldissimo) e un po’ di poseidonia in spiaggia e a riva. Un po’ al largo però l’acqua è limpida e caldissima.

Prossima tappa: Masua. Ci spostiamo in quella direzione e ci accompagna un tramonto infuocato.
Dormiamo al Belvedere di Nebida.

LUNEDI’ 1 LUGLIO Area sosta La Nuova Colonia Masua – 18€ + 3€ x corrente al giorno. Area sosta a due passi dal mare, ben gestita. Per la gioia dei bambini possiamo fare i tuffi, con vista sullo scoglio Pan di Zucchero!

Al pomeriggio gita in gommone di 1h prenotata direttamente in spiaggia. Spettacolo! Bagno al Pan di Zucchero…

    

MARTEDI’2 Approfittiamo della posizione per visitare la miniera di Porto Flavia, visita guidata di 1 h circa, molto interessante. Biglietto 2 adulti e 2 bambini 33€.


Decisamente degni di nota i tramonti sul pan di zucchero e le notti stellate di Masua… le foto non rendono… bisogna provare!

MERCOLEDI’ 3 Al mattino ci spostiamo ancora indecisi su dove andare, alla fine decidiamo di provare ad andare Cala Domestica… Pensiamo: se è bello ci fermiamo, altrimenti si riparte subito.


Ma visto che non ci piacciono le spiagge facili, non ci accontentiamo di Cala Domestica, che a quest’ora del mattino non ha colori eccezionali… oltrepassiamo gli scogli, una piccola grotta e sbuchiamo a Cala Lunga.
Bello! Ottimo posto anche per snorkeling.

Al pomeriggio però, prima di andare, un bagno a Cala Domestica si fa… e non è niente male.
Parcheggio camper Cala Domestica 10€ al giorno – con 15€ si può stare anche la notte. Senza servizi.
Doccia in camper e partenza destinazione Scivu.
Dopo una strada che ci fa dire: “Ma dove cavolo stiamo andando?” raggiungiamo il parcheggio di Scivu e filiamo subito in spiaggia a vedere il tramonto…
Ed anche questa sosta si rivela una scelta azzeccata.


Ceniamo (la sera si può mettere fuori tavolo e sedie, di giorno meglio di no). E, un’altra volta, attendiamo una magnifica notte stellata in terra sarda.
Il mattino dopo: colazione, vista mare da una parte… vista pecore dall’altra!
Dopo la giornata in spiaggia ci dirigiamo verso Oristano. Vorremmo dormire all’area sosta gratuita a Santa Giusta, ma il carico d’acqua non funziona. Allora andiamo ad Oristano in via Petri dove c’è un parcheggio gratuito con carico e scarico e facciamo camper service. (la prossima tappa è Mari Ermi e lì consigliano tutti di non caricare acqua perché salmastra). Il posto non ci sembra tranquillissimo per la notte però, quindi torniamo a Santa Giusta per dormire.

VENERDI’ 5 A mezz’ora di strada da Oristano arriviamo a Mari Ermi. Qui abbiamo i famosi 3 agricampeggi dei 3 fratelli (probabilmente in lotta fra loro). La spiaggia è la stessa per tutti e tre. Noi ci siamo fermati nel primo, da Giuliano. Docce spartanissime ma calde (e salate). Location meravigliosa… andavo in spiaggia a piedi nudi… Forse il mare più bello di questa vacanza… se proprio uno devo trovarne. Sosta 15€ + 3€ per la corrente. Spiaggia spettacolare, qui si che ci sono i chicchi di riso… e mare da favola… Ottima conclusione in crescendo di questa splendida vacanza.

Ultima serata stellata (e con sottofondo di pecore :D) in questa bellissima terra.
SABATO 6

Prima di imbarcarci ad Olbia, andiamo a pranzo in una trattoria consigliata sul gruppo. Trattoria Terra Nostra, a pochi passi dal porto, dietro al supermercato PAM. Spaghettoni con aselle e bottarga epici!!! Non è proprio un ristorante economico ma è davvero buono. Anche il fritto misto aveva il suo perché…

Dopo queste due meravigliose settimane lasciamo la Sardegna con la sicura promessa di rivederci.

Ogni viaggio in camper è sempre qualcosa di speciale… in Sardegna, forse, un pochettino di più.

Alla prossima. Lucia, Fabio, Beatrice, Federico.

Precedente Flavio e Donatella girovagando la Sardegna Successivo La Costa Est con Bambini estate 2019